Assaporare la Valcellina

Sagre gastronomiche, osterie, ristoranti, agriturismi, malghe offrono ai visitatori un’intera serie di esperienze culinari dei prodotti locali della Valcellina.

Per degustare i veri sapori di montangna non bisogna far altro che fermarsi nelle varie strutture ristoratrici presenti in Valcellina. Sapori freschi e autoctoni porteranno al vostro palato piaceri e sensazioni d’alta quota.

Peta, Pitina, Petuccia

La Peta è una sorta di polpetta di carne di capriolo, camoscio o pecora che viene affumicata, prodotto tipica della zona, racchiude tutta la tipicità dei sapori di questo territorio. Servita con un piatto di affettati misti e pane casereccio farà rivivere i gusti di un tempo. La Peta ha diversi denominazioni, come “Petuccia” o “Pitina”, dipendenti dalla zona in cui ci si trova.

Frico

Il Frico è il piatto per eccellenza della tradizione culinaria del formaggio friulano cotto in padella. Morbido o friabile, il Frico comprende come ingredienti principali diverse durezze di formaggio, patate, burro o olio e sale, per poi risultare come una grande e densa frittata. Questo viene servito e può essere gustato sia come antipasto saporito che come delizioso pasto accompagnato da polenta.

Gnocchi fatti in casa

Funghi di stagione, oppure ragù di selvaggina, come il cervo, e gnocchi fatti in casa amplificano il sapore di questo primo piatto. Si possono trovare diverse varietà di gnocchi, con diversi sughi che marcano la differenza, come quello ai funghi chiodini; ma anche semplicemente un condimento con burro, salvia e ricotta affumicata esprime interessanti toni.

Frittata alle erbe

Provare una frittata con delle erbe fresche raccolte in valle, quali Silene vulgaris, turioni di Pungitopo, Tarassaco, punte di ortica, farà rivalutare il gusto di un piatto semplice come questo. Ci sono vari locali che offrono nel loro menu l’assaggio di questa pietanza.

Carne secca di camoscio

Strisce sottili di carne di camoscio, senza nervi e senza grasso, vengono poi appese ed affumicate. Risultato, un prodotto che si conserva per diversi mesi e sempre pronto per il consumo. La carne secca, oltre ad avere un sapore selvatico, è un ottimo rimedio quando si ha fame nel bosco o praticando attività sportive.

Selvaggina in Salmì

Piatto tipico della cucina invernale in montagna. È una sorte di spezzatino con un particolare modo di preparazione della carne, tipica di animali di montagna come il capriolo, il cervo, la lepre, il camoscio e il cinghiale. La preparazione in Salmì da modo di dare alle carni aromi e fragranze più attenuanti, sopratutto per la selvaggina. Buona da degustare con polenta come contorno.

Grappa della casa

Come in tutto il Friuli Venezia Giulia, le grappe dopo un grande pranzo o una consistente cena non mancano mai. Varie sono le degustazioni di diversi tipi che si possono testare; grappa al fieno, mirtillo, ginepro, alla genziana, alle gemme di pino e altri frutti di bosco sono le più note. 

Sponsor

Partners

Affiliati

Prenotando attraverso i nostri link di affiliazione non paghi di più e aiuterai il nostro portale a crescere di contenuti. Grazie per il supporto!

Booking.com

Hai delle storie da raccontare? tradizioni da salvaguardare? i tuoi hobby da pubblicare? Scrivici a info@cellinalife.it oppure contribuisci su precisazioni riguardanti informazioni del territorio. Siamo lieti di collaborare con te!

Pin It on Pinterest

Share This